Orari di apertura

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 20.00
Sabato dalle 09.00 alle 21.00
Domenica e Festivi dalle 09.30 alle 20.00
RISTORAZIONE: Tutti i giorni dalle 11.00 alle 23.00

gonna-ruota.jpg
Pubblicato il 17 Luglio 2017

Quando si parla di Gonna a Ruota vengono subito in mente gli anni ’50 e le donne con i vitini da vespa. E proprio in quegli anni è nato questo capo di abbigliamento che ha rappresentato una rivoluzione e un cambiamento epocale. Quest’anno compie 70 anni.

C'è chi la chiama gonna a ruota e chi gonna a corolla, ma per tutti rimane la silhouette icona del New Look. Fu presentata alla prima collezione di un famosissimo stilista francese e la novità venne accolta quasi esclusivamente da una ristretta cerchia di aristocratiche vicine a lui. In seguito, la moda della gonna a ruota si diffuse partendo come sempre da Hollywood con le Dive che la sfoggiavano al ritorno dalle loro vacanze, per poi essere indossata da ogni donna di qualunque ceto sociale. Avere quel capo era un “sogno realizzabile” con soltanto 4 metri di stoffa e un po’ di geometria e ci si poteva sbizzarrire a volontà nelle creazioni più personalizzate.  I canoni da rispettare erano: vita stretta, alta dai 3 ai 6 cm dalla cucitura, fianchi ampi e lunghezza circa 20 cm sopra la caviglia. L’uso delle cinture più o meno alte era d’obbligo per impreziosire la vita.

Dal 1947 fino ad oggi, la gonna a ruota continua a essere un must have, protagonista dei look più femminili degli stilisti e degli street style più contemporanei. Vitino da vespa in evidenza e linee ampie e fluide per esaltare la silhouette del corpo femminile, è il non plus ultra dell'eleganza che ha saputo rinnovarsi senza tradire sè stessa, evolvendosi nello styling e nei dettagli. Perfette per donare un tocco di femminilità vecchio stampo, poco importa che siano a fiori, a tinta unita, di jeans, di seta o di pelle: l’importante è che siano ampie e voluminose. I modelli, rigorosamente a vita alta e stretta, sono solitamente di lunghezza midi, appena sotto le ginocchia, da abbinare sia a scarpe basse sia ad un paio di tacchi, per un look adatto da mattina a sera.

Da indossare in ogni momento della giornata e adatte a qualsiasi tipo di silhouette, queste gonne non possono davvero mancare nel guardaroba. Da emblema del bon ton, con il giusto assortimento di accessori, le gonne a ruota possono anche diventare rock: giacca di pelle con tacchi alti e il risultato è garantito.

La gonna a ruota dal sapore un po’ retrò, ma sempre elegantissima, rende ogni mise particolare e ricercata.